Conai: le novità per il 2020

Anche il 2020 vede scattare dal 1 gennaio, una rimodulazione del contributo ambientale CONAI, Comieco, Corepla e Rilegno per gli imballaggi in carta, plastica e legno.
In generale, oltre ad un aumento delle tariffe dettate dai differenti flussi di materiali da riciclare in arrivo, si nota una ridefinizione/arricchimento, ricollocazione dei diversi materiali nelle fasce di appartenenza e nell’arricchimento delle stesse liste di materiali.
Facciamo una sintesi di cosa cambierà.

CARTA
Il contributo per gli imballaggi in carta, competenza di Comieco, passerà da 20 EUR/tonnellata a 35 EUR/tonnellata. Resterà invece invariato il contributo aggiuntivo (20 EUR/tonnellata) per i poliaccoppiati a prevalenza carta idonei al contenimento di liquidi, per i quali il contributo ambientale diventerà quindi 55 EUR/tonnellata.

PLASTICA
Il valore medio del contributo ambientale per gli imballaggi in plastica passerà da 263 EUR/tonnellata a 330 EUR/tonnellata, nel dettaglio suddiviso nelle 4 fasce. Invariate le prime due fasce.

  • La fascia A: imballaggi con una filiera di selezione e riciclo efficace e consolidata da circuito commercio&industria: contributo ambientale pari a 150 EUR/t.
  • La fascia B1 : imballaggi con una filiera di selezione e riciclo efficace e consolidata da circuito domestico: il suo contributo rimarrà di 208 EUR/tonnellata.
  • La fascia B2: imballaggi con una filiera di selezione e riciclo in fase di consolidamento e sviluppo, da circuito “Domestico” e/o “Commercio & Industria. Il suo contributo ambientale passerà da 263 euro/t a 436 EUR/tonnellata.
  • La fascia C: imballaggi non selezionabili o riciclabili allo stato delle tecnologie attuali, vedrà il contributo passare da 369 EUR/tonnellata a 546 EUR/tonnellata.

LEGNO
Il contributo per gli imballaggi in legno, competenza di Rilegno, aumenterà da 7 EUR/tonnellata a 9 EUR/tonnellata.

IMPORTAZIONE
L’aumento avrà effetto anche sulle procedure forfettarie/semplificate per importazione di imballaggi pieni, sempre con decorrenza dal 1° gennaio 2020. In particolare, le aliquote da applicare sul valore complessivo delle importazioni (in EUR) passeranno da 0,16 a 0,17% per i prodotti alimentari imballati e da 0,08 a 0,09% per i prodotti non alimentari imballati. Il contributo mediante il calcolo forfettario sul peso dei soli imballaggi delle merci importate (peso complessivo senza distinzione per materiale) passerà da 65 a 85 EUR/tonnellata.

Fonte: http://www.conai.org/imprese/contributo-ambientale/contributo-diversificato-plastica/

Non ti è chiaro che prodotto scegliere? Nessun problema, ti aiutiamo noi.
Contatta Lo Specialista per una consulenza tecnica gratuita!

—————

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo! E poi iscriviti alla newsletter per ricevere i nostri contenuti selezionati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *